Parla Conte: ecco cosa prevede il nuovo Dpcm

Parla Conte: ecco cosa prevede il nuovo Dpcm

18 Ottobre 2020 1 Di Valentina Spataro

Si è appena svolta la conferenza stampa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte che ha illustrato le nuove normative contenute nel Dpcm che entrerà in vigore

Ecco le nuove regole da rispettare per il contenimento della diffusione del Coronavirus:

Questo provvedimento dovrà consentire di affrontare la nuova ondata di contagi, per scongiurare un nuovo lockdown che il paese non può permettersi.

I sindaci potranno disporre la chiusura di vie e piazze consentendo l’accesso solo a chi deve raggiungere un esercizio commerciale o a chi deve raggiungere la propria abitazione.

Tutte le attività di ristorazione sono consentite dalle ore 5.00 del mattino sino alle ore alle 24, ma solo per le attività che permettono il consumo ai tavoli.  Se i locanoi non sono predisposti per la consumazione al tavolo l’apertura è consentita solo fino alle ore 18. Per quanto riguarda le consegne a domicilio sono consentite liberamente sino alle ore  24. Nei ristoranti potranno essere ospitati solo 6 persone per tavolo e tutti i ristoratori dovranno affiggere all’esterno dei locali un avviso contenente l’indicazione del numero massimo di persone che possono entrare nel rispetto del distanzaimento sociale. Nessuna limitazione per chi opera nella ristorazione all’interno di ospedali, areoporti e autostrade.

Per quanto riguarda le sale gioco e le sale bingo l’apertura è consentita fino alle ore 21.

Per quanto concerne le attività scolastiche continueranno in presenza. Il Governo ritiene che la didattica in presenza sia un’attività fondamentale. Tuttavia,  per le scuole secondarie di secondo grado (licei, istituti tecnici e istituti professionali) saranno favorite modalità maggiormente flessibili di accesso agli edifici scolastici: nello specifico ingressi differenziati a partire dalle ore 9.00 del mattino e la previsione di turni anche nelle fasce pomeridiane. Anche le università si dovranno organizzare per attuare dei piani per consentire la didattica in presenza in funzione delle esigenze organizzative per garantire la massima sicurezza per tutti gli studenti.

Passiamo poi allo sport:

  • Innanzi tutto è vietato qualsiasi sport di contatto esercitato a livello amatoriale;
  • sono inoltre vietate le competizioni e le gare sempre per le attività dilettantistiche;
  • sono salve invece tutte le attività sportive professionali;

Capitolo palestre: dopo un duro scontro all’interno della stessa maggioranza di governo si è arrivati ad una decisione molto importante e delicata. Stando ai numerosi report del comitato tecnico scientifico non tutte le palestre e le piscine si sono adeguate alle nuove misure di sicurezza quindi il Governo a deciso di concedere una settimana di tempo a tutte le strutture di adeguarsi correttamente a tutte le normative. Durante il corso della settimana verranno effettuati nuovi controlli e se tutte le strutture possono garantire l’attuazione delle restrizioni le palestre e le piscine non verranno chiuse. Altrimenti a partire dalla prossima settimana verranno chiuse tutte le strutture che prevedono attività sportiva al chiuso.

Anche la vita sociale viene toccata dal nuovo Decreto in quanto sono vietate sagre e fiere locali mentre restano permesse le fiere di respiro internazionale.

E’ inoltre vietata qualsiasi attività convenieristica a meno che non venga effettuata a distanza quindi utilizzando vie telematiche.

Anche per la pubblica amministrazione le comunicazioni e le riunioni saranno obbligatoriamente effettuate in via telematiche e deve essere incentivata l’attività di smat working.

Il governo è consapevole che molti imprenditori saranno in una condizione di sofferenza in seguito a queste nuove misure di sicurezza  ed infatti si impegna a sostenerli con misure economiche adeguate.

Queste le nuove previsioni per cercare di contenere la diffusione del virus. Ci auguriamo che servino a scongiurare un nuovo lockdown.

 

LEGGI ANCHE 

Bollettino Coronavirus, ecco i dati di oggi 18 ottobre 2020