La guerra di domani: un viaggio nel tempo per salvare l’umanità (RECENSIONE)

La guerra di domani: un viaggio nel tempo per salvare l’umanità (RECENSIONE)

14 Luglio 2021 0 Di Sandra Patricia Giacometti

Un padre di famiglia cerca l’opportunità per il suo riscatto sociale, ma l’occasione arriva in modo del tutto inaspettato e non sarà frutto di un desiderio egoistico, bensì di un atto eroico. Durante una partita del Mondiale di calcio ecco aprirsi all’improvviso un portale spazio tempo ed arrivare dei militari direttamente dall’anno 2051 con un drammatico appello: il mondo è stato invaso dagli alieni ed è ormai prossimo alla distruzione. L’unica speranza è riposta nell’aiuto da parte di coraggiosi volontari che vogliano fare un salto nel futuro e prestare servizio per lottare contro gli spietati invasori.

Dan Forester, con una “erre”, un insegnante di biologia al liceo insoddisfatto della sua vita, nonostante una moglie e una figlia molto amorevoli, accoglie la chiamata alle armi e intraprende la pericolosa missione, non solo contro gli alieni, ma anche contro i fantasmi del suo passato.

Le creature extraterrestri, denominate Idra bianche, non sono esponenti di una civiltà maggiormente evoluta, bensì delle creature piuttosto primordiali e assetate di sangue, che fanno a pezzi qualsiasi cosa si pari loro davanti. Pertanto, gli scontri a fuoco ricordano molto un videogioco in cui l’obiettivo è impugnare l’arma e sparare a più non posso, cercando di rimanere in vita.

All’interno di tutto questo tumulto, si inizia a definire la storia personale di Dan, il quale apprende che il superiore da cui riceve gli ordini è la figlia di 9 anni, Vicki, che ha lasciato nel presente. La bambina è divenuta una donna in carriera nonché scienziata, con un brillante curriculum accademico e con in mano l’arma che, una volta riportata nel presente, permetterà di scongiurare la fine del mondo. La giovane cerca con fierezza di celare i suoi sentimenti per il padre, colpevole di aver abbandonato lei e la madre per poi cadere vittima di incidente stradale, ma i suoi occhi tradiscono un amore smisurato.

Una colpa, l’abbandono, di cui si era macchiato molti anni prima lo stesso padre di Dan, veterano del Vietnam.

Ritornati al giorno d’oggi, però, ecco che il riscatto dei due padri può compiersi, attraverso un’impresa eroica per salvare l’intera umanità, che si sposta tra i ghiacci della lontana Russia.

Il protagonista che “voleva fare qualcosa di speciale” nella vita è riuscito a realizzare il proprio ambizioso sogno, ma allo stesso tempo ha compreso che il suo successo più grande era sempre stata lì accanto a lui, la sua famiglia. La guerra di domani è un film di fantascienza che offre azione e sentimento, finendo anche per commuovere.

 

LEGGI ANCHE

Le 10 Serie Tv più belle degli ultimi 20 anni