giovedì, Maggio 23, 2024

ULTIMI ARTICOLI

CORRELATI

Hollywood, lo sciopero sta per finire: raggiunto il primo accordo tra sceneggiatori e produttori, ecco quale

Gli iscritti al WGA (Writers Guild of America, il sindacato di sceneggiatori e autori di cinema e tv) e l’Amptp ( l’associazione che rappresenta i grandi produttori) hanno stilato il primo accordo verso la fine dello sciopero ad opera degli attori di Hollywood.

“L’accordo è stato possibile grazie alla solidarietà degli iscritti e allo straordinario supporto degli altri sindacati dello spettacolo. Possiamo dire con grande orgoglio che questo accordo è eccezionale e prevede passi avanti significativi per autori e sceneggiatori di tutti i settori. Quello che resta da fare al nostro staff è assicurarsi che tutto venga messo nero su bianco in modo appropriato. E anche se non vediamo l’ora di condividere con voi i dettagli di ciò che abbiamo ottenuto, non possiamo farlo finché non avremo messo l’ultimo puntino sulla i”.

Hollywood: l’inizio dello sciopero e i  motivi

Era il 13 Luglio 2023 quando il sindacato di attori, conduttori televisivi e radiofonici americani SAG-AFTRA (Screen Actors Guild-American Federation of Television and Radio Artists) ha aderito allo sciopero dei WGA, iniziato qualche mese prima, il 2 maggio. Uno dei motivi principali è legato all’utilizzo dell’intelligenza artificiale al posto del lavoro degli autori. Gli attori e sceneggiatori americani rivendicano, poi, la garanzia circa il rinnovo dei contratti scaduti, i diritti e le tutele sanitarie e legate alla pensione. Inoltre gli iscritti a WGA rivendicano i diritti sulle percentuali delle repliche in streaming.

Hollywood: raggiunto il primo accordo tra WGA e Amptp 

Grazie all’accordo raggiunto, gli scrittori dovrebbero presto firmare per l’aumento dello stipendio minimo nonché la garanzia di riscontro economico durante la fase iniziale del lavoro.

E’  il caso della serie tv Stranger Things, il cui inizio delle riprese della quinta stagione -l’ultima- a maggio era stato posticipato a causa dell’adesione allo sciopero da parte dello sceneggiatore.Ecco cosa avevano dichiarato i Fratelli Duffer, creatori di Stranger Things, su Twitter:

“Confermiamo il supporto alla manifestazione in corso indetta dalla WGA e decidiamo di fermare la produzione della quinta e ultima stagione piuttosto che immaginare di lavorare senza sceneggiatori sul set. La scrittura non si ferma quando iniziano le riprese”.

A non ottenere un accordi è rimasto il sindacato degli attori (Sag-Aftra) che è ancora in sciopero.

Simona Russo
Simona Russo
Nata a Legnano (MI) nel 1998, si è laureata in Lingue e Culture Moderne. Tifosa Milanista dalla nascita. Aspirante Conduttrice Televisiva. Appassionata di scrittura creativa, attualità, cronaca rosa, musica e moda; dal 2023 collabora con il portale MondoTV24 in qualità di redattrice. Sta conseguendo la laurea Magistrale in Lingue e Letterature Straniere, con indirizzo Letteratura Inglese e Tedesca.

I PIU' LETTI