Giulia De Lellis contro una fake news che la riguarda, querelata la “fonte”

Giulia De Lellis contro una fake news che la riguarda, querelata la “fonte”

13 Ottobre 2021 1 Di Giuseppe Scuccimarri

Giulia De Lellis nelle ultime ore è stata protagonista involontaria di una fake news che la ha messa molto in imbarazzo e che soprattutto ha colpito una regione a cui è molto affezionata, l’Abruzzo. Un profilo social che di solito prende in giro la regione in questione ha attribuito all’influencer pometina frasi che non ha mai pronunciato, in un post social è stato scritto “Giulia De Lellis parla dell’Abruzzo: oltre agli arrosticini non ha nulla di interessante. Non credo sia una regione da visitare. Abbastanza inutile.”, frase che è stata condivisa sui social ed è diventata presto virale suscitando l’ira dei diretti interessati.

L’ influencer abbastanza adirata si è sbrigata a smentire la notizia attraverso una serie di storie Instagram, queste le sue parole “Mi dissocio da queste parole. Dichiarazioni gravi mai rilasciate. Mi dissocio soprattutto dopo l’impegno pubblico e privato che nel 2016 ho inevitabilmente dedicato ad un posto che mi porto nel cuore per ovvi motivi. Anzi, mi vergogno e chiedo scusa da parte mia di queste sconosciuti insensibili e infelici per aver parlato in questo modo dell’Abruzzo e che provano instancabilmente a sporcarmi inventando assurdità come in questo caso. La fonte ovviamente è stata rintracciata e successivamente querelata.”

Il profilo che ha diffuso la fake news dopo la levata di scudi della De Lellis ha provveduto a disattivare l’account, ma l’influencer ha tenuto a precisare che comunque è stato rintracciato ” Mia nipote ha le pa**e più grandi delle tue. Qualcuno gli dicesse che non basta cancellarsi Instagram perché lui esiste davvero e le responsabilità dovrà inevitabilmente assumersele.” E chissà se anche ad altri leoni da tastiera passerà la voglia di rendersi responsabili di azioni simili quando arriveranno le denunce.

LEGGI ANCHE

GF Vip 6, la mamma di Soleil “Giammaria? Ossessionato da mia figlia”