Amici 20, intervista a Esa Abrate: “Ho tanti sogni nel cassetto: mi piacerebbe diventare..”

Amici 20, intervista a Esa Abrate: “Ho tanti sogni nel cassetto: mi piacerebbe diventare..”

31 Marzo 2021 2 Di uominiedonne._.news

Esa Abrate, in arte Esa, è un direttore d’orchestra e cantante di soli 21 anni di origini francesi. Dopo un’infanzia difficile viene adottato in Italia e concentra i suoi studi nella musica. All’età di appena nove anni ha iniziato a studiare chitarra, pianoforte e percussioni etniche. Approdato nella scuola di Amici con il suo inedito “Dimmi“, ha subito conquistato Rudy Zerbi ma purtroppo, nonostante sia riuscito al arrivare al serale, la sua esperienza è finita durante la prima puntata di quest’ultimo, dopo lo scontro con Raffaele Renda.

Intervistato da Comingsoon.it, Esa inizia raccontando un pò di se:

Sono riservato nelle mie emozioni, quelle che mostrano le mie fragilità. La musica nella mia vita c’è sempre stata. Ho iniziato a suonare all’età di otto/nove anni, ho studiato pianoforte, percussioni, chitarra…fino ad arrivare alla direzione d’orchesta. Poi, per colpa o merito di una ragazza (ride ndr) ho scritto la mia prima canzone in inglese. […] Ci ho messo un pò a trovare la mia identità artistica, però adesso penso di averla trovata. Nel caso in cui dovessi accorgermi che c’è qualcos’altro che mi fa capire ancora meglio chi sono mi rimetterei in discussione. Credo molto nell’evoluzione artistica. Una persona deve capire bene cosa vuole fare nella vita. Il mio punto di riferimento è sempre stato il pop.”

Per quanto riguarda la sua esperienza ad Amici, il cantante dichiara:

“Sono rimasto fin da subito piacevolmente colpito, non mi aspettavo assolutamente di poter vivere così tante emozioni in una scuola. Amici ha tante sfaccettature: è una scuola ma allo stesso tempo un talent show e un reality. L’ingresso ad Amici per me è stata una grande possibilità per capire davvero cosa voglio fare nella mia vita. Tornassi indietro lo rifarei sicuramente. È stata un’esperienza bella, difficile ma che porterò per sempre con me. Prima di Amici non avevo mai avuto la possibilità di confrontarmi con tanti artisti che hanno la mia stessa passione e dedizione. Vivere tutti insieme è stato per me formativo. Deddy è la persona con la quale ero e sono tutt’ora legato, anche con Aka7even ho instaurato un bellissimo rapporto di amicizia che sono sicuro continuerà anche fuori dalla scuola di Amici.”

Invece sull’eliminazione dichiara che non si aspettava di uscire alla prima puntata

“Temevo, per delle dinamiche che si erano create e per il mio percorso nella scuola, di perdere il ballottaggio con Deddy e Sangiovanni ma non pensavo di dovermi sfidare con Raffaele. A ogni modo, ho cercato di dare il massimo, come sempre. […] Amici per me è stato un punto di partenza. Da quando sono uscito dalla scuola mi sono messo subito a studiare e lavorare. Usciranno nuovi pezzi, che speriamo vadano bene. Ho tanti sogni nel cassetto: mi piacerebbe diventare il punto di riferimento per molti, calcare i palcoscenici e riuscire a emozionare tutti con la mia musica.”

Giulia potrebbe vincere Amicidichiara Esa – per il suo grande talento e per la sua spiccata personalità, ha fatto un bel percorso. Io e Giulia abbiamo avuto un piccolissimo trascorso all’inizio del programma, ci siamo confrontati ma avevamo due punti di vista differenti. È andata come è andata, il nostro rapporto è sempre rimasto lo stesso e di questo ne sono molto felice.”

 

LEGGI ANCHE

Diritti TV calcio: Mediaset vuole la Coppa Italia