lunedì, Luglio 22, 2024

ULTIMI ARTICOLI

CORRELATI

Sanremo 2022, nessuna squalifica per Gianni Morandi, arriva la giustificazione della Rai

Non ci sarà nessuna squalifica per Gianni Morandi,  il cantante, vero e proprio monumento della musica leggera italiana, ieri è incorso in un incidente tecnico che ha provocato la diffusione su facebook di una parte del brano che presenterà al prossimo Festival di Sanremo. In realtà si è trattato di un backstage sulla realizzazione del pezzo, 13 minuti di video nel quale si parla della nascita del brano dall’idea alla realizzazione in cui appaiono oltre Morandi, l’autore del pezzo Jovanotti e il produttore musicale, niente di strano senonchè in sottofondo si senta chiaramente l’artista di Monghidoro cantare l’inedito che presenterà alla kermesse.

Fino a ieri si è diffusa la preoccupazione reale che Morandi potesse essere escluso dalla manifestazione, il regolamento parla chiaro ed è rigido su alcuni punti soprattutto su quello in cui è chiaramente espresso che il brano presentato in gara debba essere inedito e mai riprodotto in pubblico. Squalifica in arrivo quindi ? A quanto pare no, oggi la Rai in un comunicato ha spiegato i motivi per cui Morandi potrà rimanere in gara : “Si è trattato di un puro inconveniente tecnico, dovuto alla necessità di Morandi di portare un tutore alla mano destra che ha subito diversi interventi a seguito dell’incidente occorsogli alcuni mesi fa. L’impedimento al movimento della mano ha determinato l’errore per cui Morandi ha messo in rete il backstage che stava vedendo privatamente“.

La giustificazione ha tutta l’aria di una arrampicata sugli specchi, ma la prendiamo per buona, Morandi al Festival con una canzone scritta da Jovanotti è cosa irrinunciabile, certo è che l’episodio diventa un precedente abbastanza grave, a cui qualcuno in futuro potrà appellarsi per giustificare eventuali disattenzioni.

LEGGI ANCHE

UeD, Andrea Cerioli positivo al Covid: “Ho male ovunque, tosse e mal di testa..”

 

 

Giuseppe Scuccimarri
Giuseppe Scuccimarri
Giuseppe Scuccimarri, classe 1969, esperto di televisione e cronaca rosa con interessi anche per l'attualità e la politica nazionale e internazionale. Autore della commedia "Il delitto di Lord Arthur Savile" (2002) e del musical "La vita è una splendida canzone" (2014), ghostwriter per diversi autori e paroliere, amante della scrittura e della letteratura italiana e straniera.

I PIU' LETTI