Polemiche per il monologo di Fedez al concerto del primo maggio

Polemiche per il monologo di Fedez al concerto del primo maggio

2 Maggio 2021 1 Di Angelo Sorbello
Non finiscono le polemiche dopo il concerto del primo maggio andato in onda su RAI 3, dove Fedez ha fatto un monologo contro la politica e che la RAI non ha bloccato. Un fatto che sta scatenando diverse polemiche e discussioni, non solo attorno a Fedez, ma anche  attorno ai vertici della RAI. Il cantante tra l’altro ha dichiarato che la RAI voleva censurare il suo intervento.  Ecco un estratto delle sue dichiarazioni:

“E’ la prima volta che mi è successo di dover inviare il testo di un mio intervento perché venisse sottoposto ad approvazione politica”.

La Rai smentisce sul fatto che volesse censurare le parole del rapper. Fedez comunque non si lascia intimidire e fa i nomi e cognomi dei rappresentanti della Lega che avversano il Ddl Zan.

Ecco come prosegue l’intervento di Fedez:

“In prima battuta l’approvazione non c’è stata. O meglio, dai vertici di Rai3 mi hanno chiesto di omettere dei nomi, dei partiti e di edulcorarne il contenuto. Ho dovuto lottare un pochino, un po’ tanto, ma alla fine mi è stato dato il permesso di esprimermi liberamente. Grazie. Mi assumo tutte le responsabilità di ciò che dico e faccio, sappiate però che il contenuto di questo intervento è stato definito dalla vice direttrice di Rai3 come ‘inopportuno”

 

 

 

LEGGI ANCHE

Pio e Amedeo, finale col botto 22,5% di share tra applausi e polemiche