Giulia De Lellis: dall’esperienza a Giortì, al suo incubo più grande, fino ad arrivare a Sanremo.

Giulia De Lellis: dall’esperienza a Giortì, al suo incubo più grande, fino ad arrivare a Sanremo.

22 Gennaio 2021 0 Di uominiedonne._.news

Diventata nota da quando ha partecipato dal dating show di Maria De Filippi, Giulia De Lellis ha ottenuto già molti traguardi alla sua giovane età: prima corteggiatrice, poi concorrente del Grande Fratello Vip, un’influencer da quasi  5 milioni di followers, con il suo libro ha ottenuto più di 100mila copie vendute,  è sbarcata anche nel mondo del cinema diventando attrice ed infine, ma non meno importante, ha ricoperto il ruolo di inviata grazie a Giortì.

Giortì è un docu-reality dove vede Giulia e Gemma Galgani come invitate speciali, pronte a raccontare e ad accompagnare il pubblico in un incredibile viaggio tra i festeggiamenti degli italiani.

Intervistata da Vanity Fair, Giulia De Lellis ha parlato di questa esperienza:

«L’esperienza di inviata è stata davvero divertente. Di base non ho mai avuto problemi a socializzare, quindi è stato molto semplice per me. Di ogni singola festa sono rimaste nel mio cuore tante persone: alcune di loro le sento ancora oggi e con costanza. Sono state delle scoperte piacevolissime. Adoro Gemma, abbiamo un rapporto bellissimo e condividere con lei l’esperienza ha reso tutto più semplice e speciale».

In una scala da 1 a 10, quanto è felice in questo momento?

«Direi 8. Non mi aiuta il periodo storico come per tutti, ma, di base, cerco di esse sempre positiva, serena e, quindi, felice. Credo che dipenda tutto da noi stessi ogni giorno. Infatti, ogni mattina provo a impegnarmi in questo senso con tutta me stessa».

Lavoro, famiglia, amore: cosa viene al primo posto?

«Non c’è da pensarci: l’amore e la famiglia. E poi il lavoro».

La più grande follia che ha fatto per amore?

«Avrei bisogno di scrivere un altro libro per potervele raccontare tutte. Quando sono innamorata, perdo letteralmente la testa e faccio cose di cui io stessa ancora non mi capacito».

Se vincesse 100 milioni di euro alla lotteria, come li spenderebbe?

«Se vincessi la lotteria comprerei una bella casa per mia sorella e le sue bambine, e poi una a mio fratello e ai miei genitori. Dopo aver sistemato tutta la famiglia, ne cercherei una per me, magari anche piccina, ma fatta come la sogno da sempre».

I soldi fanno la felicità?

«Non so se fanno pienamente la felicità, ma sicuramente mettono molto più sereni e tranquilli».

Il ricordo più bello.

«La nascita delle mie due nipotine. Non so se è stato più bello scoprire del loro arrivo o la prima volta che le ho viste».

Il suo peggiore incubo.

«Il mio incubo più grande è quello delle malattie. Invidio la forza e la tenacia di chi le vive e le combatte a testa alta. Io sono una terribile ipocondrica e devo ancora capire come gestire questa mia paura».

Quali sono le ingiustizie più grandi per lei?

«Mi dispiace quando vedo tanti talenti incredibili non riuscire ad emergere per colpa di un mondo spesso basato più sulle conoscenze che sulla meritocrazia».

Qual è la cosa che la fa più arrabbiare?

«Le bugie, tantissimo. E, soprattutto, chi giudica senza conoscere».

Il finto gossip che l’ha più innervosita.

«Non mi fanno arrabbiare le fake news. Metto sempre in chiaro qualcosa se vedo che non mi torna, ma non ne ricordo una in particolare. Perché offendermi se la notizia non è reale?».

Che cosa la fa ridere?

«I bambini e il mio cucciolo Tommaso, che è il più buffo e dolce fra i miei migliori amici».

Cosa la fa piangere, invece?

«Il pensiero di mia nonna, qualsiasi esso sia. Ho solo lei, quindi sono sempre molto sensibile quando si tratta di questo».

Il posto in cui si sente a casa.

«Quando sono con le persone che amo. Ovunque, se con loro».

Un libro che vorrebbe leggere.

«Rimanendo in tema ipocondria, mi piacerebbe leggere Ogni sintomo è un messaggio. Mi è stato regalato tempo fa da mia sorella, ma nell’ultimo furto mi è stato rubato. Mi sono ripromessa, però, di ricomprarlo: magari potrebbe essere la strada giusta per risolvere le mie paure».

Il film che non si stanca mai di rivedere.

«Amore e altri rimedi. Sono una romanticona, mi fa ridere ed è leggero. Evito, invece, i titoli drammatici perché, quando mi ci metto, so di poter essere già pesante di mio».

L’ultima serie tv che ha visto?

«Bridgerton: che colori, che costumi e che protagonista sexy. Un mix tra Gossip Girl ed Elisa di Rivombrosa, ho adorato».

Vincere un Oscar o avere 100 milioni di follower: cosa preferirebbe?

«Vincere un Oscar penso che sia un buon modo per crescere ulteriormente sui social, ma ho come il dubbio che non lo scoprirò mai di persona…».

È la «mora» di Sanremo: chi vorrebbe come «bionda»?

«Chiara Ferragni senza dubbio. Così nasce il Sanremo più social di sempre».

Un personaggio dello spettacolo che ammira.

«Maria De Filippi, una donna geniale e con un cuore d’oro. Non è un caso che, chiunque abbia avuto la fortuna di lavorare con lei, ne parla come una “mamma”».

Come si vede quando avrà 70 anni?

«A 70 anni farò la nonna di tanti nipoti con il rossetto rosso e una bella piega mossa ai miei lunghi capelli grigi».

 

LEGGI ANCHE

UeD, Teresa Langella e Andrea Dal Corso: fanno chiarezza sulla loro crisi.