lunedì, Giugno 17, 2024

ULTIMI ARTICOLI

CORRELATI

Autogol Lucarelli, attacca Fedez ma scivola sugli haters (video)

Tramite una stories su Instagram, Fedez si è scagliato contro un gruppo di haters che non solo hanno inneggiato alla sua morte ma, addirittura, hanno minacciato di voler sparare al suo primogenito, Leone.

Ecco le parole di Federico:

“Sono perfettamente cosciente di questo giro di tifosi su Twitter che si divertono a fare battute sul mio tumore al pancreas, ad augurarmi la morte, questo. Continuate pure a farlo perché non me ne frega un caxxo onestamente.

Però, nel momento che toccate i miei figli, allora lì avete un problema ragazzi e avete un problema bello grande. Però ve ne accorgerete, non vi preoccupate. Poi vi posterò nome e cognome di questa persona e di tutti gli altri che hanno risposto che sparerebbero a mio figlio, va bene?”

E’ giusto sottolineare quanto l’odio social, soprattutto su X (Twitter), stia raggiungendo dei livelli improponibili e come ogni giorno la situazione stia degenerando sempre più.

Nascoste dietro lo schermo di un pc o di uno smartphone, ci sono persone che non perdono occasione per sputare il proprio odio verso il mondo credendo, così, di dare un senso alla propria vita: gettare fango, cattiverie sugli altri li fa sentire, probabilmente, meno soli e gli da la convinzione di poter emergere, di avere quei tanto bramati cinque secondi di visibilità.

La condanna a questi atteggiamenti dovrebbe essere unanime, senza se e senza ma.

Purtroppo, però, il “ma” esiste e si chiama Selvaggia Lucarelli.

L’opinionista, sempre su Instagram, ha postato una stories dove, oltre, come sua abitudine ormai, attaccare Federico per la sovraesposizione dei suoi figli sui social, arriva addirittura a minimizzare le minacce verso i figli del rapper. Ecco le sue parole:

“E poi, quando il figlio diventa un meme con la frase violente che ovviamente non è una minaccia reale ma la bravata social di un demente, fingere che la vera minaccia sia quella, non tutto quello che la precede. Fingere che la pistola in mano ce l’abbia uno sconosciuto, non tu”

Onestamente, dopo averlo letto, abbiamo dato una seconda e una terza lettura, nella speranza che queste parole in realtà non fossero davvero state scritte, ma solo immaginate in un momento di obnubilamento del pensiero.

Purtroppo, però, dopo ogni lettura era ancora lì, a fissarci, anche loro incredule.

Si può essere d’accordo o meno sull’esporre i minori sui social, sono scelte soggettive su cui nessuno dovrebbe permettersi di pontificare.

Ma “apparire” sui social non dovrebbe essere una scusa per gli altri per giudicare, offendere, mortificare, insinuare, accusare, riversare odio: questo la signora Lucarelli dovrebbe saperlo bene visto che con i social ci lavora.

Una persona così attenta al sociale, proprio per il ruolo che aspira ad avere, dovrebbe condannare un certo modus operandi a prescindere da chi ne sia il destinatario.

Ma a quanto pare, Selvaggia quando si tratta di Fedez o della moglie, Chiara Ferragni, si sveste del suo ruolo di giudice austero di vizi e virtù per trasformarsi in una “demente” qualunque.

 

 

 

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE UFFICIALE WHATSAPP, clicca QUI -> https://whatsapp.com/channel/0029Va80SUt2v1IjX0CbW03c

I PIU' LETTI