Veronica Satti parla dei suoi problemi mentali. “Non c’è nessuna vergogna, fatevi aiutare”

Veronica Satti parla dei suoi problemi mentali. “Non c’è nessuna vergogna, fatevi aiutare”

20 Ottobre 2020 1 Di Veronica Rizzo

Veronica Satti, figlia di Bobby Solo, dopo i tanti problemi personali avuti in passato, dove 20pare abbia tentato di farsi del male e addirittura sia finita in ospedale per autolesionismo.

Adesso sembra che piano piano si stia riprendendo da questi problemi che l’attanagliano e in un’intervista rilasciata per Novella2000 ha parlato un po’ della sua situazione. Ecco un piccolo estratto:

 

Veronica Satti come sta oggi?

“Dopo il periodo in ospedale, ora sono in questa struttura. Si tratta di una rehab e sto molto meglio. La strada da percorrere non è facile, ma io ci metto tutta me stessa. Lo faccio per me, per la mia famiglia e per tutti quelli che come me soffrono per patologie ancora stigmatizzate o come un tabù”.

“Io non avrei mai postato una cosa così intima. Posso condividere mie foto mezza nuda ma la vera intimità è questa. Ovvero parlare di ciò che succede dentro la nostra anima, parlare di dolore è la cosa più intima che ci sia ma io lo faccio per me soprattutto per i giovani perché è un disturbo in esponenziale incremento e non possiamo ignorarlo

Si tratta di una problematica in esponenziale incremento, soprattutto tra i più giovani. Io mi sento in dovere di metterci la faccia per aiutare me e gli altri per essere un ‘noi’ che si fa sentire e si fa coraggio. Come ho scritto la salute mentale è una questione di giustizia, va riconosciuta. È un diritto e dobbiamo far luce su ciò. Non ci si deve demonizzare o avere paura. Non voglio essere un personaggio pubblico quanto più un personaggio umanitario o umano

Spiega che durante il periodo di quarantena non ha potuto incontrare la sua psicologa, ma la visa sembrava non pesarle finché a fine estate, ecco un altro crollo….

Oggi si mostra di più ai followers nonostante non possa stare sempre al telefono pare ci siano degli orari in cui possa utilizzarlo.

 

“Non c’è nessuna vergogna. VI PREGO SE STATE MALE FATEVI AIUTARE DA UN MEDICO”.

 

 

LEGGI ANCHE

Live – Non è la D’urso: Iconize racconta la sua verità sulla finta aggressione omofoba!