Tom Holland dice addio ai social, ecco il motivo della drastica decisione | MondoTV 24
Connettiti con noi

Cinema

Tom Holland dice addio ai social, ecco il motivo della drastica decisione

Pubblicata

su

Tom Holland Spiderman

Il successo è spesso l’obbiettivo di molti attori e personaggi dello spettacolo, quasi tutti puntano sempre ad incrementare la propria visibilità social, la quale spesso rappresenta anche una grossa fonte di guadagno.

Ma non tutti sono disposti a gettare la propria vita privata su un social network, un esempio è l’attore Tom Holland, divenuto famoso dopo il suo ruolo in “Spiderman”.

L’attore ha infatti detto addio ai suoi 68 milioni di follower su Instagram, annunciando di staccare la spina dalla vita social. “Ciao e arrivederci.. prendo una pausa dai social media per preservare la salute”.

Holland ha poi proseguito spiegando il motivo di questa drastica decisione. Ecco le sue parole:

“Ho preso una pausa dai social media per la mia salute mentale perché trovo che Instagram e Twitter siano sovrastimolanti e opprimenti. Vengo risucchiato e finisco in una spirale quando leggo cose su di me online. E, alla fine, è molto dannoso per la mia salute mentale. Quindi ho deciso di fare un passo indietro e cancellare l’app”

Prima di prendersi questa lunga pausa dai social,  l’attore ha lanciato un messaggio per i giovani:

“La salute mentale resta ancora un tabù. Capisco che è difficile chiedere aiuto, e non dovrebbe essere una cosa che ci fa sentire in imbarazzo, e so anche che è più facile a parole che nella realtà. Se state soffrendo e avete bisogno di aiuto, scaricate una delle app offerte da Stem4. Io le ho tutte, le ho provate tutte. Sono tutte fantastiche, di grande aiuto. Quindi grazie per l’ascolto, ora sparirò da Instagram di nuovo e a tutti lì fuori, grazie per il vostro aiuto e supporto”

Tom Holland non è il primo a intraprendere il cosiddetto “digital detox”, in tanti lo hanno preceduto: Taylor Swift, Pete Davidson, Justin Bieber, Miley Cyrus e Selena Gomez, sono soltanto alcuni dei personaggi dello spettacolo che hanno deciso di dare un taglio alla vita sui social network.

Fare clic per commento

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cinema

Sky presenta THE LAST MOVIE STARS alla Festa del Cinema di Roma

Pubblicata

su

THE LAST MOVIE STARS

Sarà presentata in anteprima alla diciassettesima edizione della Festa del Cinema di Roma THE LAST MOVIE STARS, la docu-serie HBO Max diretta da Ethan Hawke e prodotta da Martin Scorsese.

Un’epica storia in sei episodi che celebra una delle grandi coppie Hollywood: Paul Newman e Joanne Woodward, a dicembre in esclusiva su Sky e in streaming su NOW.

Il progetto parte dalle sbobinature dattiloscritte di audiocassette registrate dallo stesso Newman – e poi andate distrutte – a cui grandi attori di Hollywood, tra cui George Clooney e Laura Linney, hanno ridato vita con la propria voce.

La docu-serie intreccia testimonianze e tracce d’archivio a sequenze memorabili di grandi film.

 

 

 

 

Continua A Leggere

Cinema

“Marry me – Sposami” In prima tv su Sky Cinema e NOW, un film con Jennifer Lopez e Owen Wilson

Pubblicata

su

Lunedì 19 settembre arriva in prima tv MARRY ME – SPOSAMI, alle 21.15 su Sky Cinema Uno e Sky Cinema 4K (e alle 21.45 anche su Sky Cinema Romance), in streaming su NOW e disponibile on demand. Una storia d’amore moderna – diretta da Kat Coiro – che affronta il tema della celebrità, del matrimonio e dei social media e vede protagonisti Jennifer Lopez e Owen Wilson. Con loro nel cast anche la star Maluma – al suo debutto cinematografico -, John Bradley, Chloe Colman e Sarah Silverman.

SINOSSI MARRY ME – SPOSAMI

Kat Valdez (Jennifer Lopez) è una cantante di successo, fidanzata con uno dei colleghi più in voga del momento, Bastian, (Maluma) e sono una delle coppie più sexy nel panorama discografico. Con l’arrivo del singolo di successo di Kat e Bastian, “Marry Me,” destinato a scalare tutte le classifiche, è previsto anche il matrimonio fra i due davanti al pubblico di fans, in una cerimonia che sarà trasmessa da molteplici piattaforme.

Charlie Gilbert (Owen Wilson), professore di matematica al liceo, divorziato, è stato trascinato al concerto dalla figlia Lou, (Chloe Coleman) e dalla sua migliore amica Parker (Sarah Silverman). Quando Kat apprende, pochi secondi prima della cerimonia, di un tradimento subito da Bastian, la sua vita si sgretola direttamente sul palco. Mentre il suo impalpabile mondo si dissolve, il suo sguardo si incrocia con gli occhi di Charlie, una faccia nella folla. In un momento di follia travolgente, Kat decide di sposare Charlie. Quello che prende vita come una reazione impulsiva si trasforma in un’inattesa storia d’amore

Continua A Leggere

Cinema

Mostra del Cinema di Venezia, Fabio Rovazzi contro i Basciagoni e Giorgia Soleri

Pubblicata

su

fabio rovazzi

Al Festival del Cinema di Venezia ieri è arrivato Fabio Rovazzi e subito non ha potuto fare a meno di commentare con la sua pungente ironia, i due episodi topici di questi dieci giorni, le dichiarazioni che Giorgia Soleri ha fatto tempo fa di non essere amante del cinema e la proposta di matrimonio di Alessandro Basciano a Sophie Codegoni sul red carpet di fronte al Palazzo del Cinema, ecco le sue parole :

Non sono qui perché trovo i film noiosi, non sono qui perché devo fare proposte di matrimonio sul red carpet. Sono qui perché fondamentalmente mi piace il cinema, sembra strano?”

E se Rovazzi si è mantenuto sull’ironico, c’è chi invece è andato giù pesante sui Basciagoni, Alessio Vassallo nelle sue storie Instagram ha scritto :

Faccio questa storia perché tra i vari messaggi che mi stanno arrivando, una ragazza mi ha detto: “Non è giusto perché a voi tolgono quello che vi spetta“. Ragazzi, a noi questa gente non toglie nulla perché il mio studio, il mio sacrificio, il mio lavoro, quello resta. Per fortuna lavoro e alcune volte non ho neanche il tempo di promuovere quello che faccio. Mi è capitato di avere dei film in alcuni Festival dove io non sono potuto andare e c’erano “questi” a farsi le foto. Quindi a me personalmente non tolgono nulla. Ho la mia visibilità, ho la mia stampa, non è quello il problema. Il problema è che questi fenomeni da baraccone sviliscono un posto sacro come Venezia. Un posto fatto di storia, di immagini, di rivoluzioni. E il nostro settore, la nostra categoria è silentemente complice perché siamo schiavi di quattro, cinque borsette del ca**o! Basta con questi moralismi. Ci sono anche molti colleghi che sento che dicono: “Però, forse quella che c’ha i peli sotto le ascelle, l’altra è depressa… può essere di conforto“. (Perché poi ogni mese ne hanno una, una volta è depressa, una volta c’ha la bulimia…) Ma conforto di cosa? Sono depresso, mi aiuta leggere che una defice…e vende scarpe su Instagram è depressa? Ma stiamo dando i numeri. La verità è che una ragazza di 15 anni oggi non vuole andare al conservatorio, ma vuole vendere creme su Instagram? E abbiamo preso per il cu*o per vent’anni, poveraccio, Giorgio Mastrota che vendeva pentole e materassi. Io penso che la nostra categoria debba reagire e forse un segnale può essere che i grandi autori non diano più i loro film a Venezia per un anno o due, basta. Andassero a Venezia soltanto i fenomeni da baraccone. E so benissimo che Venezia non è solo il Red Carpet, ma anche un mercato. Ma un mercato che così viene avvelenato da questa gente qui. Io penso che la nostra categoria debba farsi sentire.”

Cosa ne pensate?

Continua A Leggere

attualita