Polemiche su YouTube Italia: è giusto distrarsi?

Polemiche su YouTube Italia: è giusto distrarsi?

19 Marzo 2020 0 Di Valeria Carolini

Ancora polemiche colpiscono i ragazzi di Youtube Italia.

In questi giorni di grande ansia e timore causati dal Coronavirus, i nostri beniamini di YouTube si sono trovati coinvolti in un turbine di polemiche di cui non si riesce a vedere la fine.

Molti di loro, infatti, hanno deciso volontariamente di non parlare di quello che sta succedendo in Italia e nel mondo, ma di portare intrattenimento e svago come hanno sempre fatto.

Questo modo di fare, secondo molti utenti, non è rispettoso ed è fuori luogo rispetto alla situazione che stiamo vivendo.

Secondo molti dei loro fan, infatti, ignorare il problema non lo farà scomparire, e i loro beniamini dovrebbero affrontarlo piuttosto che far finta che non esista.

Raggiunti da queste polemiche, gli Youtuber italiani hanno risposto in vari modi.

Tutti, nessuno escluso, pensano che queste polemiche siano sterili, che non è il caso di creare una polemica quando questa non esiste.

Alcuni dicono di non avere le competenze per poter parlare di un argomento così serio, e quindi non lo affrontano proprio per evitare di diffondere notizie o concetti sbagliati.

Siamo circondati infatti, in questi giorni, da migliaia di notizie false o inventate, migliaia di fake news, che non ci fanno bene, anzi, aumentano lo stato d’ansia in cui ci troviamo.

Secondo questa fetta di Youtuber, diffondere ancora più notizie, magari sbagliate, non può far altro che aumentare lo stato di tensione generale.

Altri, invece, rispondono a queste critiche con un ragionamento diverso, ma altrettanto valido.

Il loro primo obiettivo è, ed è sempre stato, quello di portare intrattenimento e svago sulla famosa piattaforma, e non vedono il motivo per cui questo ora debba cambiare.

In un momento in cui tutti abbiamo bisogno, o voglia, di distrarci dal buio che ci circonda, loro possono regalarci dei bei momenti di relax, accompagnati da una tazza di cioccolata calda o da un bel caffè.

L’obiettivo di questi ragazzi non è evitare il problema, ma permettersi una distrazione una volta al giorno, e regalarla agli altri.

Permettersi, una volta al giorno, di divagare, di rivolgere i proprio pensieri a qualcos’altro, di rilassarsi per cinque minuti senza provare ansia, paura, timore.

Questo ragionamento non può che essere giusto.

Siamo bombardati ogni giorno da migliaia di notizie, dalla televisione, alla radio, ai giornali, e potersi concedere qualche minuto di svago e distrazione non può farci che bene.

In ogni caso, come questi stessi ragazzi dicono, non si può piacere a tutti.

Chi ha voglia di distrarsi potrà continuare a guardare i loro video.

Chi invece vuole rimanere concentrato sul problema che stiamo affrontando può benissimo spegnere il computer e accendere la TV, per ricevere tutte le informazioni di cui ha bisogno.

In ogni caso, condannare ed offendere questi ragazzi perché stanno semplicemente facendo quello che hanno sempre fatto è inutile e controproducente.

Abbiamo bisogno di distrarci, tutti, nessuno escluso, di uscire dal nostro mondo fatto di preoccupazioni e liberare la mente, per non rischiare di impazzire.

Almeno una volta al giorno.

E che sia leggendo un libro, vedendo un film o una serie TV, cucinando, giocando a carte, registrando o guardando un video su YouTube, non c’è molta differenza.

Io non la vedo.

E voi?