Nuovo codice della strada: autovelox in città e rischi per i ciclisti contromano

Nuovo codice della strada: autovelox in città e rischi per i ciclisti contromano

16 Settembre 2020 1 Di Michele Fazio

Nel giro di qualche mese potrebbe già essere approvato il nuovo codice della strada. Ci sarà dunque un aumento di autovelox anche nelle strade cittadine. Questo, ovviamente, è sinonimo di molte multe a coloro che non rispettano il codice. Queste novità sono riportate dal decreto semplificazione, già approvato al Senato e che nei prossimi giorni arriverà anche alla Camera.

Ma in cosa consiste in maniera più specifica questo nuovo codice? Si tratta di una piccola riforma del codice della strada, che vede come novità l’uso degli autovelox. Infatti, fino a oggi gli autovelox non erano presenti in strade urbane oppure in quartieri, ma soltanto in alcuni tipi di strade come autostrade o statali, per esempio. E quindi, da ora in avanti, il divieto di autovelox decadrà con la nuova norma.

Nei prossimi giorni potremo veder comparire molti più autovelox, anche – come già detto in precedenza – in strade urbane. L’ultima parola spetterà sempre al prefetto, che darà l’autorizzazione a seconda degli incidenti avvenuti e delle loro cause.

Gli autovelox tuttavia potrebbero essere collocati ai bordi delle strade oppure in prossimità dei marciapiedi. Questo per effettuare controlli in modo tale da garantire maggiore sicurezza verso i pedoni, soprattutto in quelle vie e strade con scuole, abitazioni o negozi.

Inoltre, tra le novità c’è anche un pacchetto in tutela dei cittadini: prevista l’introduzione della strada urbana ciclabile a unica carreggiata con banchine pavimentate e con un limite di velocità di 30 km/h. Sulle strade cittadine con limite massimo di 30 km/h le biciclette potranno circolare anche in senso opposto al senso di marcia consentito agli altri veicoli. Diversamente, se il limite massimo consentito è superiore ai 30 km/h

 

 

LEGGI ANCHE

Sei mesi fa il Coronavirus fermò il Mondo intero. (FOTO)