“Non doveva andare così avevamo concordato altro” Francesca Cipriani si lamenta in confessionale per la proposta fake

“Non doveva andare così avevamo concordato altro” Francesca Cipriani si lamenta in confessionale per la proposta fake

23 Novembre 2021 1 Di Giuseppe Scuccimarri

Romanticismo, lacrime e stupore tutto a favore di telecamere, probabilmente tra Francesca Cipriani e Alessandro Rossi adesso i sentimenti sono diventati reali, ma quando questa estate il teatrino andato in onda ieri è stato confezionato di reale c’era solo il tentativo di acquisire visibilità. Proprio così, ciò a cui abbiamo assistito ieri non è altro che l’ennesimo fake costruito a tavolino, gli esperti di gossip Deianira Marzano e Alessandro Rosica lo avevano già spoilerato la scorsa estate, ma qualcosa non è andata come doveva andare tanto da suscitare le proteste della Cipriani in confessionale. Il teatrino originale a quanto pare avrebbe dovuto prevedere una cosa in grande stile, con tanto di carrozza e cavalli, possiamo immaginare la delusione della ragazzona di Sulmona quando si è ritrovata i palloncini in giardino.

Non doveva andare così avevamo concordato altro” avrebbe protestato l’abruzzese in confessionale, probabilmente  motivi di spazio, di tempo e soprattutto di budget avranno indotto gli autori a più miti pretese riducendo il tutto a una dichiarazione in giardino a favore di chi ancora crede in qualcosa di reale in questo Grande Fratello che ormai è il trionfo del fake. Le storie reali e il racconto delle esperienze vissute farebbero così schifo? In casa ci sono personaggi che per carisma e vissuto personale potrebbero tranquillamente fornire materiale per interi blocchi di una puntata possibile ci si debba rifugiare sempre nelle dinamiche costruite per Belli e la Sorge o nel perculo sistematico di Giucas Casella?

Possiamo solo immaginare quanto debba essere frustrante per chi ha una storia artistica e personale importante alle spalle rendersi conto di essere solo una pedina di contorno in uno scacchiere dove re e regine sono degli illustri semisconosciuti, la speranza è che quantomeno i personaggi, quei pochi veri, siano stati ben pagati per sottostare a uno scempio televisivo del genere.

LEGGI ANCHE

Marco Mengoni, la copertina di “MATERIA (TERRA)” diventa un’opera unica dipinta dal cantautore