Licia e Teresanna, la realtà dopo il GF VIP

Licia e Teresanna, la realtà dopo il GF VIP

6 Aprile 2020 0 Di Valeria Carolini

Ieri sera a Live – Non è la D’Urso hanno partecipato in collegamento dalle loro case Licia Nunez e Teresanna Pugliese, le due concorrenti eliminate dall’ultima puntata del GF VIP.

Le ragazze hanno raccontato a Barbara D’Urso la loro reazione appena uscite dalla casa, entrando in contatto con il mondo esterno e con la realtà del Coronavirus.

Licia, entrata nella casa l’8 gennaio, era completamente all’oscuro di qualsiasi cosa riguardasse il Coronavirus, dato che le prime notizie che hanno raggiunto l’Italia dalla Cina sono datate 13 gennaio.

Le uniche informazioni in suo possesso erano quelle che gli venivano fornite da Alfonso Signorini durante gli aggiornamenti periodici che faceva una volta a settimana, da quando il virus è iniziato a diffondersi in Italia.

Queste sono state le sue parole.

“È stato devastante. Anche perché, per quanto noi fossimo in una condizione surreale, in quella bolla, in quella casa, ci sentivamo protetti, anche se in maniera costante avevamo degli aggiornamenti da parte della produzione. Quando ho varcato la porta rossa per uscire, mi è sembrato di stare su un set di un film spaziale, è stata una condizione travolgente. Abbiamo visto autori, persone della produzione ad una distanza di 5 o 6 metri con mascherine e guanti, e io alcuni volti non sono riuscita a distinguerli, ho fatto fatica. Dopo quel passaggio siamo entrati in macchina per raggiungere ognuno la propria residenza, la propria casa, e c’era un silenzio tombale, strade deserte naturalmente, e abbiamo raggiunto i nostri parenti, io ho raggiunto Barbara a casa. La prima uscita da casa nostra, a distanza di 24 ore, per me è stata devastante. Il nostro tragitto è stato casa – spesa, casa – farmacia. Quello che mi ha sconvolto di più è stato in farmacia, perché c’è questo non senso di umanità giustificato dalla paura. La gente non ti guarda negli occhi, la gente è solo preoccupata nel conservare la distanza di sicurezza. Io dopo 24 ore che ero uscita dalla casa del Grande Fratello ho commesso l’errore di non conservare quella distanza, perché ero talmente ancora confusa, non ero abituata, ed è stata Barbara a farmi notare che è un nostro dovere conservare quella distanza. Sono passata da una bolla protetta dove noi ci abbracciavamo come se fosse tutto naturale a una situazione assurda dove non puoi abbracciarti. È una situazione assurda. Abbiamo il dovere di restare a casa.”

Teresanna, al contrario, è entrata nella casa il 17 febbraio, quando ormai l’epidemia si era già sviluppata appieno in Cina ed era arrivata anche in Italia con pochi casi. Conosceva quindi l’esistenza del Coronavirus, ma era all’oscuro di tutti gli sviluppi avvenuti nel nostro paese nell’ultimo mese e mezza.

“Per quanto abbiamo potuto immaginare attraverso gli aggiornamenti che ci arrivavano in casa, per me è stato uno shock. Tu pensa che il primo contatto con l’esterno che ho avuto all’uscita dalla porta rossa è stato come un film: lontano c’erano gli addetti ai lavori, con mascherine, guanti, copri scarpe, che mi parlavano a gesti. Io sono rimasta immobile, tremando, e non sapevo che fare perché è stato troppo forte, troppo in fretta. Poi sono rientrata dentro perché Alfonso aveva preparato una sorpresa per me, ma, devo essere sincera, in quel momento io ero totalmente sotto shock.”