mercoledì, Giugno 12, 2024

ULTIMI ARTICOLI

CORRELATI

Il Grande Fratello e la sua lezione di non empatia, il tutti contro uno non paga mai, ma la storia del reality sembra non aver insegnato nulla

Il Grande  Fratello come ben sappiamo è  un format Endemol storico in onda su Canale 5. Tra versioni Vip, Nip e miste, siamo ad oggi alla 24esima edizione, ed ancora i concorrenti  non hanno compreso le dinamiche  del gioco.

In effetti anche nel Grande Fratello  attualmente in onda,  i partecipanti non  hanno ancora capito che uno contro tutti non paga mai, anzi penalizza il “branco” che si scaglia contro una sola persona.

È  il caso questa volta dell’attrice ed autrice Beatrice Luzzi, che si sta facendo conoscere per il suo carattere  diretto e senza peli sulla lingua.

Gli inquilini sono quasi tutti compatti  contro di lei, a partire  da Massimiliano Varrese con cui ha avuto diversi accesi diverbi,  la Nip Anita che ripete in loop di non conoscere la Luzzi e non avere idea di chi sia ( so che sei giovane Anita, ma Eva Bonelli è  stata la villain queen delle soap italiane per eccellenza).

Quando si esclude una persona per partito preso, senza cercare di comprendere le sue motivazioni, in un ambiente  chiuso   costretti a vivere h24 a contatto  l’uno con l’altro, la situazione  può  diventare una bomba ad orologeria.

Non dimentichiamo il caso Bellavia lo scorso anno, che fece scalpore ed indignare il pubblico, portando il concorrente a subire malessere fisico e psicologico a causa del bullismo infertogli, e a costringerlo ad abbandonare il gioco per il suo benessere.

Ma senza arrivare  a questi estremi, basta rispolverare ricordi  di alcuni anni fa, quando Federica Lepanto fu praticamente  isolata dall’intera casa, addirittura i suoi compagni di gioco arrivarono  a non rivolgerle la  parola in massa, ed il pubblico la premiò facendola trionfare  con percentuali bulgare in quella edizione.

Ma di esempi ce ne sarebbero decine  sfogliando l’album dei ricordi delle varie  edizioni dei  reality, per elencarli tutti bisognerebbe scriverci un libro.

Penso che più  che strategie, peraltro fallimentari e controproducenti, le persone dovrebbero allenare la propria empatia verso gli altri.

La convivenza è  difficile, ma tu scegli scientemente  di prendere parte ad un gioco che prevede la condivisione, vuoi per denaro o per rilanciare una carriera, quindi un pizzico di riguardo per gli  altri devi averlo.

Ben vengano le liti, le discussioni, i dissing che divertono pure lo spettatore, ma fare terra bruciata intorno ad una persona, che fuori di lì può  essere che neanche vedrai più,  o magari tolta la convivenza ci andrai pure a cena perché  il Grande Fratello non è  la vita reale.

Molte persone uscite dal programma poi si sono ritrovate nella vita vera, anche se in casa non si potevano vedere,  ed al di fuori hanno creato anche bei rapporti.

Ricordiamo sempre che si tratta di un gioco, e mantenere il lato umano, dialogando e confrontandoci con chi non comprendiamo, può  pure arricchire il nostro  essere.

Voi che ne pensate del comportamento  che stanno avendo gli inquilini nei confronti della Luzzi?

 

 

 

Giuseppe Currado
Giuseppe Currado
Imprenditore, Speaker Radiofonico. In vari anni ha sviluppato competenze in diversi settori specializzandosi nell’ambito editoriale e della sicurezza sul lavoro. Fondatore di MondoTV24, Spazio Wrestling, Tuttocalciomercato24. Appassionato del Festival di Sanremo da sempre, nel corso degli anni ha presenziato presso la Sala Stampa Lucio Dalla durante la manifestazione partecipando alle votazioni delle canzoni. Dal settembre 2023 proprietario di Recensiamo Musica, portale presente da anni nel mondo musicale al quale sta fornendo la sua esperienza per rilanciarlo in maniera incisiva nel mondo editoriale.

I PIU' LETTI