martedì, Giugno 18, 2024

ULTIMI ARTICOLI

CORRELATI

Verissimo, Alessandro Basciano smentisce lo schiaffo a Sophie, tra le righe la speranza in un ritorno

Non ci sono prove che io l’abbia tradita. Lei dice che non vuole tornare sui suoi passi ma neanche io, è diversa ora. Lei è molto arrabbiata e ferita ma la cattiveria la capisco fino a un certo punto, noi abbiamo un legame che avremo per sempre che è nostra figlia. Io non sarei mai riuscito a essere così pungente e non lo farò mai. Le cose non sono come le ha dette lei, le racconta a modo suo”

Abbiamo voluto iniziare da qui, da una delle dichiarazioni rilasciate da Alessandro Basciano nella sua seconda entrata nel salotto di Verissimo, la quarta in totale in cui si è parlato dell’affair Basciagoni. Il deejay ha voluto chiarire alcuni passaggi di quanto affermato da Sophie Codegoni, non c’è stato nessuno schiaffo, ma una colluttazione tra lui e il suo manager, quel Benji Costantino il cui nome più volte è venuto fuori e che in settimana ha raccontato la sua versione dei fatti che combacia su grandi linee con quanto affermato da Alessandro.

Non staremo qui a dilungarci e speculare su una vicenda di per sè dolorosa in cui è coinvolta anche una minore, nonostante da ambo le parti ci sia la consapevolezza di non poter esserci la possibilità in un ritorno, nelle parole di Alessandro si è percepita tra le righe la speranza in un riavvicinamento. Il deejay sente Sophie ancora come la sua fidanzata, ha dichiarato di non voler parlare di lei e che avrebbe preferito che la questione fosse chiarita in privato o comunque che non si fosse andati a fondo con i particolari.

Si è parlato di pressioni psicologiche, di violenza, di liberazione da uomini oppressivi e prepotenti, questa volta permetteteci il beneficio del dubbio, crediamo a Sophie come ad Alessandro, sono stati i tempi del racconto troppo repentini, è stato utilizzato lo strumento televisivo come sfogo, quando invece sarebbe stata opportuna una riflessione su cosa rendere pubblico, forse andava meglio ponderato il tutto. Al momento da fuori non è chiaro dove finisca la rabbia e dove inizi la verità, la ferita è ancora aperta e fa male e non sta a noi giudicare senza elementi certi e definitivi

Al momento l’unica cosa importante è la serenità della bambina, Basciano ha potuto rivederla, è convinto che Sophie si stia facendo influenzare da terze persone, per quanto ci riguarda ci è sembrata più che manipolata molto delusa e la delusione non passa con uno schiocco di dita. Sarà il tempo a dare le risposte e non ci si venga a dire che vogliamo che due persone tornino insieme in nome di una ship, se davvero si tratta di amore tossico i Basciagoni non torneranno, se invece si tratta di delusione forse l’amore per una bimba li unirà di nuovo, per ora rispettiamo il silenzio.

 

 

Giuseppe Scuccimarri
Giuseppe Scuccimarri
Giuseppe Scuccimarri, classe 1969, esperto di televisione e cronaca rosa con interessi anche per l'attualità e la politica nazionale e internazionale. Autore della commedia "Il delitto di Lord Arthur Savile" (2002) e del musical "La vita è una splendida canzone" (2014), ghostwriter per diversi autori e paroliere, amante della scrittura e della letteratura italiana e straniera.

I PIU' LETTI