Undertaker, la leggenda della WWE festeggia i 30 anni di carriera

Undertaker, la leggenda della WWE festeggia i 30 anni di carriera

18 Novembre 2020 3 Di Lorenzo Porcini

 

Sono passati 30 anni da quando The Undertaker fece il suo debutto durante le Survivor Series del 1990.

Era il 22 novembre 1990 quando il giovanissimo Mark William Calaway , vero nome Undertaker, entrò come quarto membro del team Million Dollar Team di Ted Di Biase.

Da subito si intuì che il “nuovo arrivato” aveva un potenziale enorme, la sua gimmick da Becchino era davvero surreale, con qui rintocchi di campana che lo hanno accompagnato per quasi tutta la sua cassiera, quello sguardo che metteva paura e terrorizzava gli avversari. 

Da li partì la lunga carriera che lo portò a conquistare un titolo dopo l’altro e ottenere uno status incredibile nella federazione guidata da Vince McMahon.

Il suo nome è molto legato alle Survivor Series, infatti l’anno successivo vince il suo primo titolo mondiale sconfiggendo nientemeno che un’altra leggenda assoluta, ovvero il grande Hulk Hogan. 

Undertaker però aveva un rapporto speciale con un altro PPV, ovvero con WrestleMania “Lo show degli Immortali” nel quale ha fatto davvero la storia con una lunga striscia di imbattibilità di 21 vittorie consecutive.

Mai nessuno lo avevano sconfitto in un match di WrestleMania e ci avevano provato in tanti, da Triple H a John Cena, da Ric Flair a Randy Orton, da Edge a Bautista arrivando a Shawn Michaels che lo sfidò in un match Career VS Streak e ovviamente ne uscì sconfitto HBK che si dovette ritirare.

 

Il primo che riuscì ad interrompere questa Streak fu Brock Lesnar che durante WrestleMania XXX nel 2014 riuscì nell’impresa di sconfiggere il Deadman in un match di WrestleMania.

 

Ma le imprese di Undertaker vanno bel oltre le vittore, vanno bel oltre la Streak stessa, lui era il personaggio, era il wrestler che ti faceva vendere i biglietti dei grandi eventi, era colui che ad ogni entrata sul ring faceva rimanere tutti i fan con gli occhi puntati sui teleschermi.

Alcuni suoi match sono stati indimenticabili, come l’Inferno Match con il ring circondato da fiamme; il Buried Alive Match in cui per vincere bisognava seppellire l’avversario; il Casket Match in cui per vincere bisognava chiudere l’avversario in una bara.

Ma indimenticabili sono stati alcuni suoi Hell In A Cell Match come quello del 1998 quando durante il PPV King of the Ring lanciò da sopra la gabbia Mick Foley facendolo schiantare sul tavolo dei commentatori.

 

 

The Undertaker domenica 22 novembre si presenterà nell’edizione di quest’anno delle Survivor Series dedicata ai suoi 30 anni di carriera, per salutare tutti i suoi fan.

Sarà il suo passo di addio, proprio lì dove tutto ebbe inizio, proprio lì dove iniziò una lunga ed inimitabile carriera che lo ha portato a diventare una delle Superstar più amate e conosciute del wrestling mondiale.

Appuntamento quindi a domenica 22 novembre 2020 per dire addio al Deadman The Undertaker.

 

Ecco alcune delle più belle foto di questi 30 anni di The Undertaker

 

The Undertaker e Hulk Hogan

The Undertaker e Hulk Hogan
Immagine 1 di 26