Sanremo 2021, Barbara Palombelli risponde alla famiglia Tenco

Sanremo 2021, Barbara Palombelli risponde alla famiglia Tenco

9 Marzo 2021 3 Di Angelo Sorbello

Dopo il monologo fatto da  Barbara Palombelli sul palco dell’Ariston,  sono arrivate diverse critiche da parte della famiglia di Tenco che le contestavano le parole dette durante il Festival di Sanremo proprio su Luigi Tenco.

Ecco cosa aveva detto la Palombelli a Sanremo:

“Papà voleva che diventassi come Gigliola Cinquetti: capelli legati, filo di perle, matrimonio, una vita tranquilla come in Non ho l’età. Io invece ero ribelle, volevo uscire, guidavo la moto e la macchina senza avere la patente. Noi ragazzi negli anni ’60 cercavamo le emozioni. Pensate che Luigi Tenco, giocando con una pistola, proprio qui ha trovato la morte”.

La famiglia Tenco aveva etichettato queste parole come “notizie false” e aveva rilasciato una lunga nota:

“A ciò si aggiunga il fatto che questa ed altre sue gravi affermazioni sarebbero frutto di un’intervista con Gino Paoli che, come è noto a tutti e diversamente da Luigi Tenco, ha certamente cercato la morte per suicidio ma senza riuscirci (fortunatamente). Questo chiacchiericcio, pregno di ignoranza sull’argomento da una parte e di incoerenza dall’altra parte, non rende merito alla categoria dei giornalisti a cui apparterrebbe e nemmeno al servizio televisivo pubblico che ha deciso di farla esibire su Rai1, ma soprattutto non può essere considerato un criterio onesto alla base di affermazioni lesive”.

Barbara Palombelli ha voluto replicare dichiarando:

Ho soltanto citato una mia intervista a Gino Paoli, che ha ripetuto le stesse parole in diverse occasioni. E mi sono documentata negli archivi Rai. Chiesi a Gino Paoli, molti anni dopo, cosa accadde veramente qui a Sanremo quell’anno. E mi disse: ‘Noi non avevamo le droghe, ci dovevamo caricare di emozioni e allora camminavamo sui cornicioni, guidavamo a fari spenti e io ho una pallottola nel cuore. Anch’io giocavo con le pistole come Luigi’. Ringrazio Gino e un grandissimo abbraccio a Luigi”

 

Sulla vicenda si sono espressi anche i consiglieri d’amministrazione Rai Rita Borioni e Riccardo Laganà,  ecco le loro parole:

“Tra discutibili palloncini in platea e monologhi forzati, sembra essere sfuggito, qui e lì, il controllo editoriale da parte dei vertici aziendali. E infatti è arrivata puntuale la legittima protesta dei familiari di Luigi Tenco”

 

Capitolo chiuso? Staremo a vedere nei prossimi giorni

 

 

 

LEGGI ANCHE

UeD, due ex troniste sono diventate mamme. Ecco le prime foto!