Gigi Uno Come Te, nella grande festa il duetto con LDA davanti a una piazza strapiena | MondoTV 24
Connettiti con noi

Amici

Gigi Uno Come Te, nella grande festa il duetto con LDA davanti a una piazza strapiena

Pubblicata

su

La prima serata per i trent’anni di musica di Gigi D’Alessio è stata celebrata a Napoli in una Piazza del Plebiscito gremita, con una grande festa a cui hanno partecipato tutti gli amici : Eros Ramazzotti, Amadeus, Vanessa Incontrada, Fiorello, Alessandra Amoroso, Mara Venier, Fiorella Mannoia, Alessandro Siani,  Achille Lauro, Andrea Delogu, Stefano De Martino, Vincenzo Salemme, Maurizio Casagrande, Lukè, ma su tutti LDA, i due hanno cantato “Quello che fa male” in quello che è stato il momento più emozionante della serata: “Ti auguro tutto quello che si può augurare a un figlio. Sono orgoglioso di te. Con tanto orgoglio vado in giro a dire ‘Sono il papà di LDA’ ” queste le parole di Gigi D’Alessio per il figlio.

Per quanto riguarda la festa e come Napoli ha risposto, non c’è nulla da dire, la città partenopea sà come ringraziare e rendere omaggio ai suoi figli, perchè piaccia o no, Gigi D’Alessio è quel cantante di cui conosci le canzoni e non sai neanche quando le hai imparate, perchè hanno fatto parte comunque di un pezzetto di vita di ognuno. Azzeccata la scelta di Raiuno di mandare l’evento in diretta in prima serata, Gigi è personaggio abituato alla conduzione televisiva, tante volte si è prestato a svestire i panni del cantante e a vestire quelli dell’intrattenitore.

E proprio con una battuta Gigi D’Alessio ha cominciato la serata, insieme al ringraziamento nel trovare una Piazza del Plebiscito stracolma : “Che meraviglia, è bello essere a casa. Piazza del Plebiscito . Qui intorno ci sono le strade che ho corso da bambino quando avevo i pantaloni corti, quelle che ho attraversato quando la musica è diventata la mia vita. Festeggiare insieme tutto quello che ho vissuto in questi 30 anni. Un napoletano festeggia di venerdì 17? A certe cose non ci credo. E non ci credono neanche i napoletani. Guardate quanti siete. Venerdì 17 è sempre stato un giorno fortunato. Alcuni degli eventi più importanti della mia vita sono accaduti di venerdì 17. Che la festa inizi”

In piazza tutte le generazioni, dai sessantenni ai diciannovenni, e tanti fan da tutte le parti d’Italia, in particolare dal Sud, Taranto, Foggia, Messina, tutti per urlare “Grazie Gigi”. Gli omaggi a Lucio Dalla e Pino Daniele la ciliegina sulla torta a coronamento di un evento straordinario, sabato la seconda serata.

LEGGI ANCHE

Isola senza pace, anche Edoardo Tavassi infortunato, permanenza a rischio, ecco cosa è successo

 

Fare clic per commento

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Amici

Amici 22, Lorella Cuccarini incontra Cricca, “Mia sorella disabile il mio angelo”

Pubblicata

su

cricca

Nella scuola di Amici oltre che il talento entrano le storie degli allievi fatte non solo di sogni, ma anche di esperienze personali vissute, nel daytime andato in onda questo pomeriggio, Lorella Cuccarini ha voluto ascoltare la storia di Cricca, un percorso di vita fatto di talento e di amore. Con la positività che lo contraddistingue il diciannovenne romagnolo ha parlato della sua famiglia, i genitori sono operatori umanitari, lui è l’ultimo di tre figli tra questi una ragazza con una forte disabilità che i genitori hanno adottato mentre erano in Africa, erano in tre e sono tornati in quattro. La bambina fu portata in Italia che aveva tre anni, adesso ne ha ventisei e Cricca la definisce il suo angelo, non riuscirebbe a vivere senza di lei.

Il giovane cantautore ha raccontato anche i quattro anni in cui ha seguito la famiglia in Australia per un’altra missione umanitaria e il ritorno in Italia proprio nel momento in cui dall’altra parte del mondo stava cominciando a crescere e a coltivare le sue amicizie, ripartire da zero in un Paese che è il proprio, ma che si sente estraneo per quanto non lo si conosca. La passione per la musica grazie al nonno che anni fa prima della partenza per l’Australia gli ha regalato il clarinetto, quello stesso strumento che ha portato con sè in questa esperienza e che ha sul comodino della sua camera, è da lì, da quello strumento che è cominciato tutto, la sua passione per la musica e per la scrittura e che adesso lo sta accompagnando nell’esperienza più importante della sua vita.

Continua A Leggere

Amici

Veronica Peparini parla del suo addio ad Amici. Ecco i motivi

Pubblicata

su

L’addio di Veronica Peparini alla scuola di Amici ha fatto molto parlare e all’inizio sono circolate voci di malumori e liti.

A fare chiarezza sulla vicenda ci ha pensato la stessa maestra di danza che in un’intervista rilasciata al settimanale Nuovo ha parlato del suo addio al talent show di Maria De Filippi:

“Non c’è un motivo preciso per cui sono fuori dal programma. Si tratta di un semplice cambiamento. […] Ci sono rimasta male, anche perché dopo tutti questi anni lascio persone cui ero legata, che rivedrò comunque fuori dagli studi televisivi”

Un semplice avvicendamento quindi, per dare una ventata di aria nuova al programma e niente discussione dietro a tale scelta.

La Peparini ha poi confessato che non vedersi seduta dietro la cattedra di Amici le fa provare “davvero un effetto strano”, e per l’occasione ha voluto anche smentire di possibili malumori con Maria De Filippi, verso la quale ha grande stima e la ringrazia per l’opportunità che le ha dato dal 2013 fino allo scorso anno.

 

Continua A Leggere

Amici

Amici 22, Alessandra Celentano rivela quale è stata la migliore ballerina di tutte le edizioni e la sua profezia su Stefano De Martino

Pubblicata

su

E’ senz’altro la prof più temuta, un vero e proprio spauracchio per gli allievi di Amici, colei che con un solo sguardo è capace di distruggere i sogni di ognuno, Alessandra Celentano è presente nel talent praticamente dall’inizio, in una intervista al magazine di Oggi ha raccontato come nel corso degli anni siano cambiati gli allievi e chi è stata a suo avviso la miglior ballerina passata per il programma, ecco le sue parole :

Oggi i ragazzi sono più sgamati, più preparati a una avventura di questo genere, ma quando chiedo se si aspettavano che la scuola di Amici fosse così dura, mi rispondono tutti che da fuori sembra pesante, ma non come in effetti è. Purtroppo ora i ragazzi sono impazienti, vogliono tutto e subito, vogliono il successo facile. Invece la danza è un’arte totalizzante, che chiede dedizione assoluta. Io da ragazzina mi allenavo per ore, rinunciavo a uscire con le amiche, non c’erano feste né weekend, solo lavoro e studio. Ma i ragazzi non sono preparati psicologicamente a fare sacrifici. E non è colpa loro ma di genitori e insegnanti “.

L’insegnante ha poi affermato che la sua rigidità è finalizzata al raggiungimento degli obiettivi futuri da parte degli allievi :

Meglio una dura verità oggi, che un futuro incerto domani. Sono schietta e penso di fare del bene, non del male. Sono stata incompresa, vista come cattiva e non come realista”

Infine la rivelazione su chi sia stata a suo avviso la più brava ballerina passata per il talent e la sua profezia su Stefano De Martino :

La migliore ? Anbeta anche se non è stata una mia allieva. Per quanto riguarda Stefano De Martino lo avevo previsto, Gli dissi: ‘A te piace essere protagonista, vedrai che farai altro’. E così è stato. Ci prendo sempre. Dico: “Tu farai la velina” e poi la fanno. “Tu non farai mai niente”, e così succede”.

 

Continua A Leggere

attualita