domenica, Giugno 23, 2024

ULTIMI ARTICOLI

CORRELATI

Coronavirus, Ecco quello che si può e non si può fare nella fase 2

Questa sera il premier Giuseppe Conte in diretta TV nazione ha illustrato tutti i cambiamenti e le nuove regola della FASE 2, che ricordiamo inizierà il 4 Maggio. Ecco le nuove indicazioni:

 

SPOSTAMENTI:

Dal 4 al 18 maggio ci si potra’ spostare all’interno della propria Regione (e quindi Comune e Provincia) SEMPRE E SOLO con autocertificazione, per motivi di lavoro, necessità o urgenza: come oggi, ma tra i motivi consentiti ci sarà anche la visita a congiunti (nel nuovo modello di autocertificazione ci sara’ questa opportunità).

IMPORTANTE: Restano vietate riunioni di famigllia e assembramenti.

Fuori dalla Regione, inoltre, continueranno a valere le regole attuali.

Chi ha febbre superiore a 37,5 non potrà più uscire da casa, a prescindere dal fatto se risulti o meno positivo al virus.

Dal 4 maggio via libera allo sport indivuduale all’aperto, anche lontano da casa (oltre i 200 metri restando nel proprio Comune)

Via libera anche alle passeggiate lontano da casa sempre in maniera individuale.

Non e’ consentita svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto.

Dal 18 maggio via libera agli allenamenti di squadra per chi fa sport (MA NON PER TUTTI: Solo professionisti o non professionisti ma di rilevanza nazionale).

MANIFESTAZIONI ED EVENTI

Resta per ora assolutamente vietato ogni forma di assembramento pubblico e privato.

Dal 4 maggio parchi e giardini pubblici saranno aperti ma con accesso a numero contingentato o comunque chiusi se il Sindaco rittera’ che non si possano contingentare entrate/uscite, soprattutto nel caso dei parchi con giochi per bambini.

Dal 4 maggio saranno autorizzati i funerali (massimo 15 persone con mascherine).

Per ora restano vietate le messe.

Dal 18 maggio riaprono i musei e le mostre.

ATTIVITA

Dal 4 maggio è autorizzato il Cibo da asporto (e non solo a domicilio), con consumo del cibo a casa o in ufficio ma non davanti al punto di ristoro.

Dal 4 maggio riaprono manifattura, costruzioni e commercio all’ingrosso funzionale ai due settori.

Dal 18 maggio riaprono i negozi al dettaglio.

Dal 1 giugno riaprono bar e ristoranti, centri estetici, centri massaggio e parrucchieri con modalità contingentate che verranno in seguito discusse.

IMPORTANTE: Le misure potranno essere revocate se la curva dei contagi riprenderà a salire.

Lorenzo Porcini
Lorenzo Porcini
Fondatore e Social Manager di MondoTV24. Gestisco la parte editoriale e social del sito.

I PIU' LETTI