Ascolti TV di lunedì 20 giugno 2022: Wonder supera di poco L’isola dei famosi, bene Report e Chicago PD | MondoTV 24
Connettiti con noi

Televisione

Ascolti TV di lunedì 20 giugno 2022: Wonder supera di poco L’isola dei famosi, bene Report e Chicago PD

Pubblicata

su

Ecco di seguito gli ascolti TV delle prime serate di lunedì 20 giugno 2022:

  • Su Rai 1 Il film Wonder ha registrato un netto di 2.648.000 telespettatori, share 16.33%.
  • Su Rai 2 La serie 9-1-1 ha registrato 900.000 telespettatori, share 5.15%. 9-1-1 Lone Star 728.000, 4.53%.
  • Su Rai 3 Report nella presentazione 979.000, 5.69% e nel programma 1.377.000 telespettatori, share 8.42%.
  • Su Canale 5 L’Isola dei Famosi ha registrato 2.400.000 telespettatori, share 20.74%.
  • Su Italia 1 Chicago PD ha registrato un netto di 1.027.000 telespettatori, share 6.65%.
  • Su Rete 4 Quarta Repubblica ha registrato 771.000 telespettatori, share 5.98%.
  • Su La7 La serie Yellowstone ha registrato 303.000 telespettatori, share 2.3%.
  • Su Tv8 Gomorra – La serie è stata vista da 267.000 telespettatori, share 1.9%.
  • Su Nove Il film MIIB – Men in Black II ha registrato 291.000 telespettatori, share 1.7%.

Televisione

Ascolti TV sabato 1º ottobre 2022: Tu si que vales supera Arena, nessun sopra il milione

Pubblicata

su

Ecco di seguito gli ascolti TV delle prime serate di sabato 1º ottobre 2022:

Rai 1: Arena 60 70 80 90, l’evento musicale dedicato alla grande musica italiana ed internazionale condotto da Amadeus ha fatto cantare e ballare 3.114.000 spettatori pari al 19.6% di share.

Rai 2: S.W.A.T., la serie televisiva statunitense prodotta da Aaron Rahsaan Thomas e Shawn Ryan ha tenuto col fiato sospeso 815.000 spettatori con il 4.7%.

Rai 3: Nour, il film diretto da Maurizio Zaccaro con Sergio Castellitto, Valeria D’Obici, Thierry Toscan e Raffaella Rea ha appassionato 651.000 spettatori. Share del 3.7%. 

Rete 4: Robin Hood, il film diretto da Ridley Scott con Russell Crowe e Cate Blanchett ha interessato 617.000 spettatori. Share 4.4%.

Canale 5: Tu si que vales, la nuova edizione del talent show con Maria De Filippi e Sabrina Ferilli ha divertito 4.073.000 spettatori con uno share del 28.7%.

Italia 1: Il piccolo Yeti, il film d’animazione del 2019 scritto e diretto da Jill Culton ha fatto compagnia a 611.000 spettatori con lo 3.5di share.

La7: In Onda prima serata, l’approfondimento dei temi del giorno con Concita De Gregorio e David Parenzo ha informato 777.000 spettatori con il 4.4di auditel.

Tv8: Into Darkness – Star Trek, il film di J.J. Abrams. Abrams con Chris Pine, Zachary Quinto ha incollato alla tv 238.000 spettatori. Share del 1.5%.

Continua A Leggere

Televisione

“IL GRANDE GIOCO”, la nuova serie Sky Original sul dietro le quinte del calciomercato, con Francesco Montanari

Pubblicata

su

IL GRANDE GIOCO

Affari miliardari, personaggi senza scrupoli, location da sogno e trattative al cardiopalma. Il calciomercato è fra i momenti più appassionanti dell’intera stagione calcistica, e il suo dorato e spietato mondo è ora – per la prima volta – al centro di una serie tv, IL GRANDE GIOCO, il nuovo titolo Sky Original di cui viene rilasciato oggi il teaser e annunciato il debutto: da novembre in esclusiva su Sky e in streaming solo su NOW.

Il dietro le quinte del calcio in una serie Sky Studios e Èliseo entertainment prodotta da Luca Barbareschi e diretta da Fabio Resinaro (Mine, Dolceroma) & Nico Marzano, che vede Francesco Montanari (Il cacciatore, I Medici – Nel nome della famiglia) di nuovo protagonista di una serie Sky a più di dieci anni di distanza dal popolarissimo Romanzo Criminale – La serie. Ne Il Grande Gioco interpreta Corso Manni, fino a una decina di anni prima dell’avvio di questa storia una star nel mondo dei procuratori calcistici, caduto in disgrazia per un presunto legame con il mondo delle scommesse clandestine.

Protagonisti con lui anche Elena Radonicich (1992, La porta rossa, Fabrizio De André – Principe libero) nei panni di Elena De Gregorio, ex moglie di Manni e procuratrice a sua volta, e il vincitore del David di Donatello nonché candidato all’Oscar Giancarlo Giannini (Casino Royale, Il cuore altrove, Pasqualino Settebellezze), che nella serie interpreta Dino De Gregorio, il padre di Elena, fondatore e CEO dell’agenzia di calciatori più potente in Italia contro cui Corso medita vendetta.

Montanari, Radonicich e Giannini guidano un grande cast internazionale del quale fanno parte anche Lorenzo Cervasio (Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto, Il Capitale Umano) nei panni di Federico De Gregorio, fratello minore di Elena, Jesus Mosquera Bernal (Toy Boy), che qui interpreta il campione Carlos Quintana, Lorenzo Aloi (Lasciarsi un giorno a Roma, Fedeltà, La compagnia del Cigno 2) nei panni di Marco Assari, giovane e talentuosissimo procuratore, Giovanni Crozza Signoris (Il Traditore, Zero), che presterà il suo volto alla giovane promessa del calcio Antonio Lagioia, e Vladimir Aleksic nei panni di Sasha Kirillov, procuratore russo senza scrupoli.

In otto episodi scritti da Tommaso Capolicchio, Giacomo Durzi, Filippo Kalomenidis, Marcello Olivieri e Andrea Cotti, la serie racconta per la prima volta il lavoro dei procuratori sportivi senza tralasciare gli interessi economici e politici che possono gravitare dietro l’ingaggio di un calciatore o il successo di un’intera squadra. Tommaso Capolicchio, Giacomo Durzi, Filippo Kalomenidis e Marcello Olivieri sono i creatori della serie, realizzata a partire da un’idea di Alessandro Roja con la collaborazione di Riccardo Grandi.

Sinossi

Screditato da false accuse, Corso Manni (Francesco Montanari) è passato dall’essere il golden boy dei procuratori della ISG, la più grande società di procuratori in Italia, ad essere emarginato dal mondo calcistico. Con l’aiuto del giovane procuratore Marco Assari, Corso ricostruisce la sua carriera contendendosi la procura del campione Quintana e del promettente Antonio Lagioia con Dino De Gregorio (Giancarlo Giannini) ed Elena De Gregorio (Elena Radonicich), rispettivamente CEO della ISG e sua ex moglie. Un inaspettato gioco di alleanze e tradimenti prende forma con l’ingresso di Sasha Kirillov, un navigato procuratore della russa Plustar, determinato a conquistare non solo il mercato calcistico italiano, ma anche dei preziosissimi terreni intestati alla ISG.

Il Grande Gioco sarà disponibile in esclusiva su Sky e in streaming solo su NOW in tutti i Paesi in cui Sky è presente. La distribuzione internazionale è di NBCUniversal per conto di Sky Studios.

IL GRANDE GIOCO – Da novembre in esclusiva su Sky e in streaming solo su NOW

 

 

 

Continua A Leggere

Televisione

In occasione della giornata mondiale degli insegnanti, arriva nelle sale italiane “MR BACHMANN E LA SUA CLASSE”

Pubblicata

su

MR BACHMANN E LA SUA CLASSE

Dal 5 ottobre, in occasione della giornata mondiale degli insegnanti, arriva nelle sale italiane con Wanted Cinema “MR BACHMANN E LA SUA CLASSE”, il docu-film di Maria Speth che alla 71ª edizione del Festival Internazionale del Cinema di Berlino si è aggiudicato l’Orso d’argento – Premio della giuria e il Premio del Pubblico.

Al seguente link è visibile il trailer ufficiale del docu-film: https://youtu.be/TzrJMgzVC0I.

Quello di Maria Speth è un documentario incentrato sull’integrazione e sul ruolo cruciale che la scuola ha nell’abbattere le barriere e superare le difficoltà dovute alle origini, ai modi e ai costumi differenti. “Mr Bachmann e la sua classe” è ambientato nell’Istituto Comprensivo Georg Büchner di Stadtallendorf, in Nordhessen (Germania), una cittadina industriale la cui storia è segnata da un importante flusso migratorio che risale all’epoca nazista. Una scuola in cui le lezioni sono quanto di più lontano dall’approccio nozionistico e mirano innanzitutto ad un maggior coinvolgimento degli studenti. Particolare è anche l’approccio alle materie, sempre ricalibrate sulle esperienze dirette degli studenti.

Mr Bachmann è un professore non convenzionale, a partire dal look scanzonato. La sua è una didattica innovativa e rivoluzionaria che parte dalla musica, linguaggio universale che abbraccia tutte le materie oggetto di insegnamento. Alla base di tutto c’è il dialogo, la parola, la condivisione della propria cultura, la visione della diversità come valore aggiunto che arricchisce e stimola l’uguaglianza.

Per creare un’atmosfera familiare in cui tutti si trovano a proprio agio, Bachmann impronta il suo metodo sull’ascolto dell’esperienza e sul rispetto della cultura di ognuno dei suoi studenti, ragazzi di età compresa tra i 12 e i 14 anni, tutti provenienti da Paesi diversi. La sua missione, prima ancora dell’insegnamento delle materie scolastiche, è far capire a ogni studente che è prezioso, che è qualcuno e che tutti hanno delle capacità per affermarsi nella vita. La didattica di Bachmann si basa sul concetto e sul valore dell’inclusione e mira a stimolare il senso di curiosità degli studenti per prepararli ad affrontare non solo la scuola, ma il lavoro e il mondo in cui vivono.

Continua A Leggere

attualita