mercoledì, Maggio 22, 2024

ULTIMI ARTICOLI

CORRELATI

Amici 23, la giuria sta condizionando il talent. Ecco voti e pagelle della serata

Sesto appuntamento con Amici di Maria De Filippi. Il talent show, che di talent oramai ha davvero poco, perde un’altra meritevole allieva, la ballerina Sofia

Amici 23, quando il reality prende il posto del talent

Quest’anno le premesse per fare bene c’erano tutte: una classe di allievi per la maggior parte preparati e la possibilità di veder trionfare finalmente il talento su dinamiche da reality cui, edizione dopo edizione, siamo stati abituati. E invece niente. Anche quest’anno alcune eliminazioni lasciano l’amaro in bocca e stupiscono. Allieve dalla bravura innegabile come Lucia e Sofia, eliminate ingiustamente a poche puntate dalla finale, guarderanno l’ultima puntata da casa mentre altri, che certamente funzionano (e gli ascolti ne sono una dimostrazione!) ma che non spiccano per particolari doti, continuano immeritatamente il loro percorso nella scuola. Colpa dei ragazzi? Certo che no! Colpa piuttosto di una giuria che, dispiace dirlo, sembra aver perso un pò la bussola. Mi chiedo come sia possibile votare per l’eliminazione di Sofia o mandare al ballottaggio una voce come Martina quando si è chiamati a giudicare il talento di un allievo. E’ vero il tempo stringe, la finale si avvicina e sarà solo uno di loro ad alzare in alto l’ ambitissima coppa ma davvero siamo sicuri che le scelte fatte sino ad adesso siano state in difesa della meritocrazia?

Soliti teatrini e immancabili polemiche tra prof hanno poi tenuto banco durante la puntata, e a pagarne le conseguenze sono i ragazzi, lasciati a fare da sfondo a quello che dovrebbe essere il loro programma e allora, chiedo scusa per l’inciso, ma condivido perfettamente il pensiero della prof Celentano. Che pa**e! Qui a sfigurare non sono certo gli allievi, ma i loro professori!

Unica nota positiva, di quella che è stata una puntata a parer mio assurda, è stato l’intervento di ospiti capaci di intrattenere e regalare momenti di spensieratezza, necessari per non pensare a quanto stesse accadendo in puntata. Nonostante il guanto di sfida prof che ha letteralmente messo sottosopra lo studio, festeggiamenti di compleanno con sorpresa e momenti di sano divertimento con le imitazioni di Francesco Cicchella la puntata di ieri sera non convince (solo il 19.54% di share) e il programma viene nettamente superato dallo show targato Rai “I migliori anni”(23,19%).

Che finalmente il pubblico a casa abbia aperto gli occhi?

I voti dei giudici

La serata inizia con un Cristiano Malgioglio decisamente on fire. Povero Cristiano, non c’è puntata in cui venga lasciato tranquillo. E ieri sera, tra compleanni a sorpresa e incontri decisamente ravvicinati (con caduta dalla poltrona annessa), ha avuto il suo bel da fare! Il giudice che, fino ad ora ci ha abituato al suo lato più tenero e dolce, ieri sera ha affilato gli artigli e non ha mancato di inveire contro Alessandra Celentano e Anna Pettinelli. Alle accuse di quest’ultima che lo colpevolizza di elogiare Martina ma di non darle il punto, ieri sera ha risposto per le rime: “Certo che hai proprio una lingua triforcuta! Le ho detto che le scrivo una canzone per Sanremo, più di così cosa devo fare? Tagliarmi le vene per lei?” Certo che no, verrebbe da rispondergli. Magari però ci sarebbe da consigliargli un buon paio di occhiali per riuscire a riconoscere il vero talento quando lo ha davanti. Ho adorato il momento stile “50 Sfumature” con Can Yaman, lui che si mostra avvezzo all’idioma turco, la De Filippi che lo asseconda e poi la piccante rivelazione sullo strambo modo di comunicare con il fidanzato turco.

Voto: 7

Che Michele Bravi sia il giudice più attento a cogliere le potenzialità degli allievi è cosa ovvia e ne abbiamo avuto la prova ieri sera dopo le splendide parole rivolte a Martina per incoraggiarla a rompere gli schemi. Da un cantante come lui però mi sarei aspettata nel corso delle puntate che il suo punto andasse a chi veramente è un talento nella propria disciplina. Per carità, è fuori discussione la bravura di Holden e Mida e il fatto che in radio i loro pezzi funzionino, ma mettere sempre in secondo piano una voce come quella di Martina (pura, limpida) mi sembra davvero un sacrilegio! Senza parlare della difesa a spada tratta dell’ autotune di qualche settimana fa.

Voto: 6,5

Giuseppe Giofrè ieri sera ha dovuto necessariamente prendere consapevolezza di non essere il solo bello ad avvicinarsi a Malgioglio (vedi Can Yaman), se non altro lui è un bello che finalmente balla! Con meno olio addosso della precedente puntata, è entrato in studio scatenandosi con Sebastian e un altro professionista. E beh.. ammetto di aver prestato poca, pochissima attenzione ai passi. Sui suoi giudizi invece, che di tecnico hanno ben poco, non mi esprimerei. Nessun particolare espluà durante la puntata, sparito anche quel poco di personalità che avevo intravisto in alcuni commenti dei sabati scorsi. Mi sento però di concordare con il gesto d’encomio dopo l’esibizione di Dustin. Alzarsi in piedi dopo un’esibizione del genere era davvero il minimo!

Voto: 6+ (per gli addominali, ovviamente!)

I voti dei coach

I Cuccalò scendono in pista per il guanto di sfida prof e di colpo si viene trasportati nel famosissimo reality estivo dei sentimenti. L’atmosfera in studio si è subito riscaldata, scelgono di esibirsi su “Love The Way You Lie” e sono un concentrato di passione, sex appeal e bravura. Peccato per la mancata ciliegina sulla torta: il bacio finale, atteso da molti, non è arrivato altrimenti la vittoria sicuramente sarebbe stata loro. Ieri è stata una serata difficile per la squadra che ha dovuto salutare una sua talentuosissima allieva, ma i prof si sono comunque tolti qualche piccola soddisfazione: Emanuel Lo riesce nell’intento di far vacillare la Celentano, trovando il tallone d’Achille di Marisol, mentre Lorella, di fronte all’ennesimo scontro con Rudy, scoppia: “Vieni qui che due pa**e te le faccio io!” Ecco brava Lorella, pensaci tu!

Voto8

Ironici e divertenti (finalmente) i Pettimondo ieri sera ci hanno fatto capire di che pasta sono fatti. Il merito è certamente di Anna Pettinelli che è stata davvero irrefrenabile. Interpretano l’emozione della gioia cimentandosi sulle note di “Maria” di Ricky Martin che per l’occasione è cantata direttamente dalla prof che, nelle ultime settimane ha capito come divertire e divertirsi sul palco. Canta, balla, si fa lanciare, cade e si rialza sempre con il sorriso. Un unico appunto: dopo tanto discutere sul tema dell’ autotune, sentirla cantare con il Pettitune mi ha fatto sorridere. La coerenza non è certo la sua più grande qualità! Non pervenuto invece il suo compagno di avventure: ma Todaro era in sciopero ieri sera? Dopo tutto quel parlare nella fase del pomeridiano, non sentirlo fiatare fa un certo effetto.

Voto: 7+ ( per la Pettinelli ovviamente!)

La scena dei Celentano- Zerbi, lei nei panni di Samara di “The Ring” e lui mezzo Frankenstein e mezzo Dracula mi perseguita da ieri sera. Uno spettacolo così brutto e imbarazzante da apparire, assurdo ma vero, quasi divertente. E se alla Celentano non si può negare di avere fiuto per il talento (gli unici due ballerini rimasti nella scuola sono suoi allievi), a Zerbi bisogna riconoscere di aver dimostrato molta sportività nelle parole di apprezzamento verso Sarah. Sorridono entrambi sornioni, accusano i Cuccalò di voler fare i “fatini buoni” ma forse, per una volta, dovrebbero rimanere in silenzio e riconoscere che i primi ad agire di strategia sono proprio loro.

Voto: 6

 

 

Cecilia Martello
Cecilia Martello
Cecilia Martello vive a Torino, dove studia alla Facoltà di Giurisprudenza. Appassionata di letteratura, scrittura e musica ha conseguito il diploma di maturità classica presso il liceo classico V. Alfieri di Torino, indirizzo comunicazione, approfondendo aspetti legati alla comunicazione giornalistica e pubblicitaria. Dopo il conseguimento della laurea Cecilia ha intenzione ampliare le sue conoscenze nel mondo della comunicazione frequentando un master in giornalismo radiotelevisivo e multimediale.

I PIU' LETTI